Sam Bird conquista il secondo round a Diriyah! Reagisce la DS Techeetah

Non c’è pausa per la Formula E a Diriyah. Il mondo dell’elettrico, dopo la prima gara vinta di Nick De Vries (Leggi anche: Nick De Vries trionfa nella prima gara a Diriyah! Mortara 2° e Evans 3° (rbrsport.com)), torna subito in pista per concedere il bis negli Emirati Arabi. Sono molti i piloti in cerca di riscatto: il campione in carica da Costa, il compagno Vergne, Sam Bird e, in un certo senso, anche Vandoorne e di Grassi.

Prove libere, comanda Frijns

A differenza del primo round, in questo secondo appuntamento i team hanno a disposizione solo una prova libera. A guidare il gruppo in queste prove libere è Robin Frijns, ma con distacchi molto ridotti dai suoi inseguitori. Dietro di lui De Vries, da Costa quinto precede Edo Mortara. Ancora attardati Stoffel Vandoorne e Sam Bird, settimo e nono. Due cose da segnalare. La prima è la bandiera rossa causata da Lotterer che, dopo aver perso il controllo della sua Porsche, sbatte contro le barriere. La seconda è il botto di Mortara: il pilota della Venturi, al termine della sessione, si è posizionato sulla griglia per effettuare una prova di partenza, ma pochi metri dopo lo start i freni della sua macchina non hanno funzionato causando l’uscita di pista contro le barriere. Mortara è stato portato subito in ospedale per accertamenti, visto il botto violento.

Qualifiche, Frijns si conferma al top

Qualifiche molto avvincenti quelle del secondo round a Diriyah. Non mancano i colpi di scena. De Vries, fresco di vincitore, non completa neanche un giro, come il suo compagno Vandoorne. Le due vetture della Venturi, dopo l’incidente di Mortara, sono state bloccate ai box dalla FIA per effettuare delle investigazioni alla macchina e non hanno preso parte alla qualifica. Anche Lotterer, dopo l’incidente in prova libera, è costretto a rimanere ai box durante le qualifiche. La Pole Position se la prende uno straordinario Robin Frijns, autore di un giro capolavoro, Subito dietro di lui Sergio Sette Camara, seguito da Blomqvist e Sam Bird. Chiudono la Superpole Turvey e Muller. Settimo Vergne, con Antonio Felix da Costa decimo. Solo 16° e 18° Wehrlein e Evans.

Gara, Sam Bird rimonta e vince la seconda gara della stagione

Dopo le qualifiche la Venturi riceve il via libera per la gara, ma sono troppi i danni alla macchina di Mortara che dunque non prende parte al via. Grazie ad una penalità infranta a Blomqvist, Sam BIrd si ritrova a partire terzo in gara. L’inglese in forza alla Jaguar sfrutta l’occasione e supera immediatamente Sette Camara, portandosi dietro al leader Frijns. Nel momento in cui Frijns attiva l’Attack Mode, Sam Bird ne approfitta e lo sorpassa. Grazie all’extra power dato dall’Attack Mode Frinjs riesce ad effettuare il contro sorpasso e rimettere dietro di sé Bird. Dietro di loro ci sono le ritrovate DS Techeetah, con Vergne davanti a da Costa. Sam Bird è più veloce di Frijns e riesce a sorpassare definitivamente l’olandese. Pochi minuti dopo i due piloti della DS Techeetah rischiano il patatrac, venendo al contatto ma senza rovinare le proprie gare. La gara viene conclusa in anticipo per un incidente di Lynn (portato in ospedale per accertamenti). Vince quindi Sam Bird, che diventa l’unico pilota ad aver vinto almeno una gara in tutte le stagioni di Formula E. Sale sul podio il Polemam Frijns, seguito da da Costa che approfitta di una penalità inflitta al compagno di squadra Vergne. Il giro veloce della gara se lo prende Nick De Vries, che risale fino alla nona posizione.

Top 10
  1. Sam Bird
  2. Robin Frijns
  3. Antonio Felix da Costa
  4. Sette Camara
  5. Mueller
  6. Turvey
  7. Rowland
  8. Di Grassi
  9. De Vries
  10. Wehrlein

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: