Djokovic-Karatsev e Tsitsipas-Medvedev le semifinali degli Australian Open

La seconda settimana degli Australian Open entra nel vivo: è il momento dei quarti di finale del primo Slam della stagione. Senza azzurri in campo (Leggi anche: Karatsev continua a sorprendere! Fognini eliminato, Berrettini ritirato (rbrsport.com)), i due match di cartello sono quelli di Novak Djokovic contro Sasha Zverev e Rafael Nadal contro Stefanos Tsitsipas. Da tenere d’occhio anche il derby russo tra Medvedev e Rublev, insieme a Karatsev opposto a Dimitrov.

Djokovic rimonta e vince contro Zverev, Karatsev non si ferma

Il match più interessante della prima giornata di quarti di finale è quello tra il numero uno del mondo Djokovic e Sasha Zverev. Parte forte il tedesco, che strappa subito il servizio. Zverev non mantiene il vantaggio e si fa recuperare, salvo poi vincere il set al tie-break. Zverev si accontenta, Djokovic reagisce. Il serbo, da vero numero uno, ribalta completamente la situazione e sfrutta le defaiance di Zverev. Finisce con il successo di Novak Djokovic con il punteggio di 6-7(6)/6-2/6-4/7-6(6), tra mille rimpianti per il tennista tedesco. Per Djokovic adesso ci sarà Karatsev. Il russo non smette di sorprendere e, alla prima apparizione in uno Slam, arriva in semifinale. Karatsev elimina Grigor Dimitrov, alle prese con grossi problemi alla schiena (anche lui!). Nulla toglie allo strapotere di Karatsev, che vince in rimonta 2-6/6-4/6-1/6-2. Niente male questo ragazzo!

Medvedev annienta Rublev, Tsitsipas rimonta Nadal

La seconda giornata di quarti di finale si apre con il derby russo tra Daniil Medvedev e Andrey Rublev. Poche cose da raccontare, se non il dominio di Medvedev. Il numero 4 al mondo, che dalla prossima settimana sarà 3 e se vince il torneo 2, deve lottare solo il primo set, dove dopo due break reciprochi strappa il servizio a Rublev per chiudere il parziale 7-5. Da qui fino alla fine “no match”. Medvedev sale in cattedra e chiude rapidamente la pratica. Finisce 7-5/6-3/6-2 ai danni di un Rublev impotente contro il connazionale. Nel big match di giornata tra Nadal e Tsitsipas le emozioni non mancano. Nadal parte fortissimo e si porta subito avanti due set a zero. Nadal cala e Tsitsipas cresce, così nel terzo set senza break si va al tie-break. Qui Nadal distrugge quanto di buono fatto prima: due smash sbagliati e un dritto comodo in rete. Tie-break a Tsitsipas, Nadal stanco e il greco freschissimo. Nadal sembra spacciato e perde anche il quarto set. Al quinto regna l’equilibrio, il tie-break sembra la situazione migliore ma nell’undicesimo game (5-5 Nadal al servizio) arriva il break ti Tsitsipas che gli spiana la strada. Nel game decisivo Tsitsipas concede una palla break, ma l’annulla con un servizio vincente e poi chiude la pratica. Vince Stefanos Tsitsipas 3-6/2-6/7-6(4)/6-4/7-5 contro un Nadal apparso stanco.

Serena Williams batte Halep, fuori la Barty

La prima a conquistarsi la semifinale degli Australian Open è Naomi Osaka, che vince con un doppio 6-2 contro Hsieh in poco più di un’ora. Vince in modo molto netto anche Serena Williams. La statunitense, opposta a Simona Halep, strapazza la rumena con un doppio 6-3 ed affronterà proprio Naomi Osaka in semifinale. La sorpresa dei quarti di finale arriva dalla sconfitta di Ashleigh Barty. L’australiana vince il primo set, ma si fa rimontare da Muchova e perde 1-6/6-3/6-2. Nell’ultimo match di quarti, Brady vince il derby statunitense contro Pegula.

Un pensiero riguardo “Djokovic-Karatsev e Tsitsipas-Medvedev le semifinali degli Australian Open

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: