Inter e Lazio, Papu Gomez vi serve davvero per svoltare?

L’addio del Papu Gomez dall’Atalanta è sicuro visto il clima di rottura tra l’argentino e il tecnico Gasperini con il capitano dei nerazzurri che si sta anche allenando a parte a Zingonia. Le piste più probabili sembrano essere due, Inter e Lazio, ma a chi farebbe davvero comodo la fantasia del numero 10 della Dea?

Inter, Gomez come un nuovo Eriksen?

A Gennaio scorso l’Inter ha piazzato il colpo da novanta che doveva svoltare la stagione dei nerazzurri: Christian Eriksen dal Totthenam. Il danese era arrivato a Milano tra l’euforia di tutto l’ambiente nerazzurro con il numero 24 che doveva aggiungere qualità alla squadra di Conte con le sue geometrie e le sue caratteristiche di mandare in porta gli attaccanti. Ma il feeling con il tecnico leccese non è mai sbocciato ed Eriksen, da salvatore della patria è diventato un caso con pochi minuti giocati e pochissime possibilità di lasciare il segno.

Beppe Bergomi, ex capitano e bandiera dell’Inter, ha commentato così l’arrivo di Eriksen a febbraio: “E’ un calciatore di qualità, è diverso rispetto agli altri perché gioca con un ritmo diverso e sa darti la palla con i giri giusti. Non è da strappi ed in un 3-5-2 è difficile da collocare”. E poi ha aggiunto, chiudendo il suo ragionamento, che Eriksen non è un giocatore che ti salta l’uomo e che crea superiorità.

Ed è per questo motivo che il Papu a Milano potrebbe fare davvero la differenza. Gomez, dai primi tempi in serie A dove ha vestito la maglia del Catania, ha profondamente cambiato il suo modo di giocare lasciando gli esterni per diventare un giocatore a tutto campo in grado di cucire il gioco tra centrocampo e attacco. E questo cambiamento è dovuto anche a Gasperini che lo ha reinventato trequartista con la facoltà di abbassarsi quasi da mediano.

Nell’Inter di Antonio Conte, Gomez potrebbe andare a ricoprire un po’ lo stesso ruolo, vestendo i panni del 10 alle spalle di Lukaku-Lautaro ma anche in 3-4-2-1 al fianco del Toro con Lukaku unica punta. L’abilità di saltare l’uomo non manca a Gomez e forse all’Inter, soprattutto in questo avvio di stagione, è quello che manca all’Inter quando le squadre si chiudono dietro e attendono (vedi Inter-Shakhtar Donetsk di Champions terminata 0-0).

E la Lazio?

Discorso diverso invece per la Lazio: Gomez potrebbe avere più difficoltà in quanto Inzaghi ha già un giocatore con le sue qualità in rosa, Luis Alberto. Lo spagnolo viene schierato da mezzala sinistra nel 3-5-2 ma poi svaria per tutto il campo. Dove andrebbe a collocarsi Gomez? Potrebbe anche agire da seconda punta alle spalle di Immobile ma è difficile trovare qualcuno che completi il bomber azzurro come Correa in questo momento (anche se l’argentino è spesso vittima di infortuni).

Gomez farebbe comunque comodo a Inzaghi e ai biancocelesti andando ad aggiungere una pedina di enorme qualità allo scacchiere potendo contare su un altro giocatore di livello in più dei soliti tenori. Ma bisognerà vede anche se Lotito deciderà di spendere dopo aver già versato soldi nel mercato estivo per l’acquisto di Muriqi (17,5 milioni).

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: