US Open: definiti i migliori 16, Tsitsipas e Schwartzman eliminati

L’attesa era tanta e, finalmente, hanno preso il via gli US Open 2020. Le assenze di Rafael Nadal e Roger Federer spianano sicuramente la strada a Novak Djokovic, che si appresta a vincere il suo 18esimo Slam in carriera. A provare a fermare il serbo saranno Medvedev, Thiem, Tsitsipas e Zverev. Nel tabellone femminile Naomi Osaka cerca di conquistare lo Slam statunitense anche per la sua ragione sociale contro il razzismo, ostacolata dall’intramontabile Serena Williams. La prima settimana è in archivio, vediamo cosa è successo nei campi di Flushing Meadows.

Djokovic e Thiem senza freni, Trsitsipas out

Come detto in precedenza, niente sembra poter fermare Djokovic. Il numero uno al mondo inizia il torneo battendo in tre rapidi set Dzumhur. Al secondo turno soffre il primo set contro Edmund, peredendolo, per poi rimontare senza particolari problemi e accedere al terzo turno contro Struff. Il tedesco non può niente contro Nole, è sfavorito e come da pronostico perde 6-3/6-3/6-1. Nella giornata di oggi, Novak Djokovic se la vedrà con lo spagnolo Carreno-Busta. Anche Dominic Thiem, come Djokovic, non ha avuto particolari problemi ad entrare nei migliori sedici del tabellone. L’austriaco, dopo aver approfittato del ritiro di Munar al primo turno, ha poi vinto in tre rapidi set contro Nagal, per poi dover lottare contro Marin Cilic. Contro il croato, Thiem ha dovuto cedere il terzo set, ma vincendo il primo, il secondo e il quarto parziale si è aggiudicato la partita. Adesso se la vedrà con Felix Auger-Aliassime. Il grande colpo di scena ce lo offre Stefanos Tsitsipas. Il greco vince i primi due turni con Ramos-Vinolas e Cressy, ma al terzo turno viene rimontato da Borna Coric, che lo elimina clamorosamente.

Schwartzman subito fuori, Berrettini avanti tutta

Il primo big ha lasciare New York è Diego Schwartzman. Il tennista argentino, al primo turno, va avanti due set a zero, ma si fa rimontare da Cameron Norrie e viene così subito eliminato dal torneo. Prosegue la sua corsa senza intoppi Matteo Berrettini. L’azzurro, numero 8 del mondo, ha vinto i primi tre incontri per 3 set a 0, in ordine di turno contro Soeda, Humbert e Ruud. Il Berrettini visto sino ad ora a questi US Open è sicuramente migliore del Berrettini visto a Cincinnati, sperando che la condizione fisica e mentale regga per permettergli di ottenere qualcosa di grande. Nonostante le ottime partite, è finito contro Rublev il torneo di Salvatore Caruso. Non era atteso dal pubblico, ma ha sorpreso tutti vincendo in rimonta tutte e due le partite portate a casa. Caruso ha battuto al primo turno Duckworth e al secondo Escobedo, per poi arrendersi a Rublev 6-0/6-4/6-0. Tra i migliori sedici degli US Open troviamo anche Sasha Zverev, perfetto fino a qui.

Serena Williams e Osaka soffrono ma vincono

Serena Williams continua ad essere una grande campionessa, anche quando è in difficoltà sa sempre come reagire e come portare a casa la vittoria. La Williams, dopo aver vinto i primi due turni due set a zero, ha dovuto lottare e rimontare contro Sloane Stephens prima di vincere 2-6/6-2/6-2. Non è in perfetta forma Naomi Osaka, e si vede. La giapponese vince il primo turno in tre set, elimina facilmente la nostra Camila Giorgi e vince ancora in tre set prima di entrare nelle prime 16 di questi US Open. Garcia elimina la testa di serie n. 1 Karolina Pliskova, mentre Sofia Kenin procede spedita ed è in uno stato di forma ottimale.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: