Simona Halep vince il WTA di Praga battendo Elise Mertens

Seconda settimana di tornei WTA. Questa volta si sono giocate due manifestazioni in contemporanea. Le città ospitanti sono Praga e Lexington. Nel torneo di Praga la protagonista attesa è Simona Halep, che torna alle competizioni dopo la pausa forzata dal coronavirus. A Lexington, invece, gli occhi erano puntati su Serena Williams. La statunitense purtroppo esce ai quarti di finale, dopo aver battuto il turno precedente la sorella Venus. Esce di scena in semifinale Coco Gauff, protagonista in un grande torneo. Oggi è il giorno delle finali: a Praga si sfidano Simona Halep e Elise Mertens, mentre a Lexington scendono in campo Teichmann contro Brady.

WTA Praga, Halep-Mertens

Il primo match di giornata è quello tra la numero 2 del mondo, Simola Halep, contro la testa di serie n. 3 del tabellone, Elise Mertens. Forse l’emozione di tornare a giocare una finale o forse poca concentrazione, la rumena parte malissimo e si ritrova sotto 2-0 con un break da recuperare. La botta iniziale fa accendere la spia ad Halep, che recupera subito il break e, addirittura, lascia la sua avversaria a 2 game conquistati. Primo set Halep in 39 minuti. Secondo set molto equilibrato. Mertens inizia al servizio e lo perde subito, ma reagisce con intelligenza e ottiene il controbreak. Si arriva al 2-2 quando al servizio c’è la belga, che però perde un’altra volta la battuta. Nell’ottavo game del secondo parziale, Halep perde il servizio consentendo la avversaria di tornare in parità. Successivamente, due game tranquilli fino al 5-5 e servizio Mertens. La belga concede tre palle break e ne salva due, ma alla terza Halep ottiene il break decisivo. La testa di serie numero 1 chiude la pratica al primo match point, conquistando il primo titolo post lockdown. Simona Halep vince 6-2/7-5 in poco più di un’ora e mezzo.

WTA Lexington, Teichmann-Brady

A Lexington la partita è stata più equilibrata. Il primo parziale scorre liscio senza break, si arriva rapidamente sul 3-3 e servizio Brady. Qui, la padrona di casa rischia di perdere il servizio. Brady concede cinque palle break (salvandole), prima di conquistare il gioco e portarsi avanti 4-3. Sarà un momento decisivo, perché il game dopo Teichmann perde il servizio a 15. Brady ha bisogno di cinque set point prima di conquistare il primo parziale, conquistandolo poi 6-3. Secondo set che parte malissimo per Teichmann, che concede due palle break alla statunitense. Brady non sfrutta la prima, ma la seconda sì è si porta subito avanti di un break. Da qui è tutto un match in gestione per Brady, che non concede più palle break e chiude la partita al primo match point. Jennifer Brady vince 6-3/6-4 ai danni di Jil Belen Teichmann. La statunitense conquista così il suo primo titolo WTA in carriera.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: