Risultati NBA: recap della prima notte post coronavirus

Sono state giocate, nella notte appena trascorsa, le prime amichevoli dopo 133 giorni di stop nella NBA. L’intensità, come prevedibile, non è stata quella dei Play-Off, ma lo spettacolo sul parquet non è mancato di certo. Andiamo, quindi, a vedere cosa è successo nella prima notte post-covid ed i risultati nella NBA.

Los Angeles Clippers 99 – 90 Orlando Magic

La squadra di Doc Rivers si impone sui padroni della “bolla” nonostante alcune defezioni (vedi qui). Ottime prestazioni per Lou Williams Paul George, autori rispettivamente di 22 e 18 punti, migliori marcatori di serata. Serata tranquilla per Leonard con 9 punti (3/8 dal campo), mentre tra le fila di Orlando spicca il solito Vucevic con la sua doppia-doppia da 18 punti e 10 rimbalzi. Menzione meritata per il rientro in campo di Joachim Noah.

Denver Nuggets 89 – 82 Washington Wizards

Quintetto rivoluzionario (5 lunghi) e successo anche per i Denver Nuggets, con il figlio d’arte Bol Bol in grande spolvero (16 punti e 10 rimbalzi), decisivo Troy Daniels con i suoi 22 punti tirando il 47% dal campo (4/9 da oltre l’arco) oltre al solito Jokic da 16+7+7 (60% dal campo) sebbene con 8 palle perse. Tra i Wizards menzione per Hachimura autore di 18 punti conditi da 9 rimbalzi.

Brooklyn Nets 68 – 99 New Orleans Pelicans

Tra i risultati della notte NBA, forse il più scontato. Tutta la solidarietà per gli sfortunati Brooklyn Nets falcidiati dagli infortuni, tra i quali menzioniamo Jarrett Allen con 10 punti ed altrettanti rimbalzi. Successo in tranquillità per i Pelicans, che allargano le rotazioni e portano ben 5 giocatori in doppia cifra (Alexander Walker, Moore, Ingram, Okafor Jrue Holiday). Per l’italiano Nicolò Melli 7 punti, 4 rimbalzi e 2 assist in 17′ sul parquet.

Miami Heat 104 – 98 Sacramento Kings

Nella partita della notte con più punti segnati, il verdetto premia la squadra di Spoelstra. Mattatore Duncan Robinson, ormai già nell’elité delle guardie NBA (5/8 da 3 e 3/3 ai liberi). Bene anche Hierro con 15 punti, seppur tirando male (36% dal campo), mentre Olynyk, Iguodala e Goran Dragic combinano per 34 punti. Tra i Kings qualche difficoltà al tiro per Buddy Hield nonostante i 19 punti (3/10 da 3), mentre Bjelica conferma la sua presenza con 13 punti prendendo appena 4 tiri (8/8 dalla lunetta).

Questi sono stati i primi risultati che il parquet NBA ha riportato dopo oltre 4 mesi di stop, e non vediamo l’ora di scoprire quali altri vedremo fino all’assegnazione dell’ambitissimo anello!

Niccolò Amerighi

Editore per ICDF per oltre 4 anni, collaborazione interrotta nell'anno della maturità (2017). 22 anni, una grande passione per calcio e basket su tutti gli sport, attuale tesista nel CdL in Scienze Motorie (Triennale) all'università di Pisa.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: