Nadal-Federer, l’eterna rivalità iniziata sedici anni fa

Era il 28 marzo 2004, a Miami si affrontavano per la prima volta Roger Federer e Rafael Nadal. Federer era al comando della classifica da qualche settimana dopo aver vinto gli Australian Open, arrivando alla fine dell’anno con tre Slam vinti su quattro.

In Florida però, si trova di fronte per la prima volta Rafael Nadal, diciassettenne spagnolo posizionato al n. 34 del ranking. Il maiorchino era il più giovane giocatore in tabellone, ma ciò non gli impedì di giocare un tennis perfetto. Nadal fece una partita quasi perfetta al servizio, registrando l’81% di punti vinti con la prima. Rafa si aiutò anche con il gioco a rete, vincendo 13 punti su 14. Vinse lo spagnolo con il punteggio di 6-3/6-3 e fu il primo teenager a battere il n. 1 del ranking dal 2001 (quando Andy Roddick sconfisse Guga Kuerten).

“Sono felice perché ho giocato perfettamente, lui non ha giocato al meglio, se l’avesse fatto avrebbe vinto”. Queste sono state le parole di Nadal al termine del match, dalle quali già si capiva la sua umiltà. Ma entrambi non potevano sapere che quella sarebbe stata solo una di quaranta sfide tra i due.

Con l’avanzare degli anni, Federer e Nadal sono rimasti e sono tutt’ora a livelli incredibili, irraggiungibili per la maggior parte degli avversari. Il 2004 è stato solo l’inizio di una sfida epica che con il tempo ha dato vita al nome Fedal, che descrive la rivalità tra i rivali. Nadal è in vantaggio per 26 vittorie a 14. I due si sono incontrati 23 volte su 40 in finali di tornei, di cui nove sono finali del grande Slam (un record). Nadal e Federer hanno dato vita a sfide indimenticabili, come la finale del Masters di Roma vinta da Nadal al quinto set in 5 ore e la finale di Wimbledon 2008 sempre con il successo dello spagnolo 9-7 al quinto parziale in quasi cinque ore. Federer e Nadal sono rispettivamente a 20 e 19 titoli del Grande Slam.

C’è sempre stato un ottimo rapporto tra i due giocatori, basato sul rispetto reciproco. Lo scorso novembre, Federer aveva rilasciato queste dichiarazioni sul maiorchino: ” E’ una grande persona, un grande atleta. Chi avrebbe mai potuto immaginare che potesse finire l’anno da numero 1 dopo esserci riuscito per la prima volta 11 anni fa? Hanno detto che sarebbe stato infortunato, che non avrebbe potuto avere una lunga carriera e che non poteva essere in salute per via del suo tipo di gioco, ma ha trovato il modo e ha fatto una grande stagione, vincendo due Grand Slam e arrivando a quota 19. Ho imparato molto da lui. E’ un grande campione, molto rappresentativo per il nostro sport. Sono felice di aver condiviso con lui le battaglie che abbiamo avuto a Wimbledon, al Roland Garros e all’Australian Open. Forse finirà per diventare il miglior tennista di tutti i tempi“.

Dall’altra parte, non mancano le parole di Nadal, che dopo la semifinale vinta contro Federer al Roland Garros lo scorso anno, si era espresso così: “E’ stato incredibile giocare con Roger qui, ed è incredibile giocare a questo livello a 37 anni e mezzo. Per me è un gran piacere giocare con il tennista più forte di tutti i tempi, ma è un match sempre difficile con Roger, e in più c’era molto vento”.

Nadal e Federer non si sono scontrati solo in match di torneo, ma hanno dato vita anche ad esibizioni a scopo benefico. L’ultimo Fedal al quale abbiamo assistito, infatti, è stato nel “Match for Africa”, con un numero di spettatori da record: 51.954. Con questo evento, la Roger Federer Foundation raccoglie tre milioni e mezzo da usare a favore dei bambini africani meno fortunati (scopo della fondazione).

Oltre a 40 sfide uno opposto all’altro e svariati eventi benefici, i due campioni sono stati compagni nella famosa Laver Cup (competizione che vede opposto il Team Europa al resto del mondo). Nadal e Federer si sono ritrovati di fatto compagni di squadra, addirittura compagni di doppio. Il pubblico sta sempre sperando di ritrovare il maiorchino e lo svizzero insieme, consapevoli che sono gli ultimi anni di carriera dei Fenomeni.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: