Tanti auguri Manuel Neuer, colui che ha rivoluzionato il ruolo del portiere

Nel calcio si sa, basta un singolo per cambiare per sempre un ruolo. Si pensi a Giacinto Facchetti, primo terzino tutto fare, di spinta ma anche di copertura, il primo vero terzino moderno. Si pensi a Lionel Messi che rivoluzionò il ruolo dell’attaccante centrale rinominandolo falso nueve. E ora si pensi a Neuer. Un ruolo fondamentale il suo in una squadra, colui che ha il compito non di segnare ma di impedire di far segnare gli avversari, il portiere.

Alles gute zum Geburtstag Neuer

Manuel Neuer, portiere tedesco del Bayern Monaco dal 2011, compie oggi 34 anni. Neuer è, di fatto, il punto di non ritorno per il ruolo dell’estremo difensore. Il numero 1 della nazionale tedesca è stato il primo a rendere il portiere un vero e proprio giocatore di movimento. Con l’idea continua degli allenatori di voler costruire il gioco della propria squadra partendo proprio dal portiere, Neuer ha saputo estremizzare questo compito diventando un difensore aggiunto e un punto di riferimento per i Bavaresi e per la nazionale.

Oltre a un’estrema abilità tra i pali fatta di reattività e riflessi oltre che estrema tecnica, Neuer ha saputo perfezionare la sua fase di impostazione diventando a tutti gli effetti un libero aggiunto. Con l’approdo di Pep Guardiola sulla panchina del Bayern Monaco, Manuel Neuer è stato messo al centro della manovra offensiva dei bavaresi. Un portiere, al centro della manovra offensiva. Ma non solo. L’essere un libero aggiunto, porta anche a dover svolgere compiti di fase difensiva. Ed ecco che qui arriva l’estremizzazione del ruolo.

Con la difesa delle squadre di Pep Guardiola estremamente alta, Neuer è risultato fondamentale per dare la giusta copertura alla retroguardia. Prima di lui, i portieri solitamente arrivavano a coprire una zona di campo poco fuori dai 16 metri della propria area di rigore. Neuer no. Andò e va molto oltre.

Neuer durante una fase di gioco in Euro 2016

Le sue abilità nell’impostazione e nella lettura delle situazioni, hanno fatto sì che molti allenatore dopo Guardiola riponessero in lui le chiavi di inizio manovra. Addirittura, l’ex amministratore delegato del Bayern Monaco, Karl-Heinz Rumenigge, ha affermato lo scorso febbraio che Guardiola pensò di schierare Neuer in mezzo al campo in una partita ma che non lo fece per non mancare di rispetto ai propri avversari.

Manuel, con le sue grandi abilità con i piedi, ha rivoluzionato il ruolo del portiere. Ricordo ancora come Guardiola, dopo aver vinto un campionato, ebbe l’idea di schierare Neuer a centrocampo per una partita. Trovai difficoltà a dissuaderlo, ma qualcuno avrebbe potuto vedere  questa scelta come un atto di arroganza. Ma sono convinto che Manuel sarebbe andato bene anche da centrocampista

Manuel Neuer e Pep Guardiola a confronto

Come palmares, Manuel Neuer ha vinto tutto ciò che c’era da vincere sia con il proprio club sia con la nazionale tedesca:

  • 7 campionati tedeschi
  • 5 coppe di Germania
  • 4 supercoppe di Germania
  • 1 Champions League (2013/2014)
  • 1 Supercoppa Euorpea
  • 1 Mondiale per Club
  • 1 Mondiale (Brasile 2014)

Manca, forse nel suo palmares, un pallone d’oro che si sarebbe meritato ampiamente nella stagione 2013/2014 quando vinse tutto con il suo Bayern Monaco. Ciò che resta è che con il suo modo di giocare, Neuer è il prototipo perfetto del portiere moderno. Un ruolo definitivamente cambiato.

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: