F1 Online: domani il via in Bahrein. Che male c’è?

E così domani si torna a correre. Chi? Cosa? Eh? Ma sì, l’annuncio è uscito su tutti i social della F1, sul loro sito: domani si corre il Bahrein! Online, ma si corre.

Un po’ come vedere le finali di champions su FIFA, la guerra alla PlayStation, giocare ad air simulator ed esser piloti da caccia. Che differenza potrà esserci mai.  Certo la gara c’è, del 50% ridotta, ma c’è. La competizione c’è, non si giocano il mondiale o la vita o punti in campionato, ma la tensione c’è. E dopo questa intro leggermente sopra le righe permettete di tornare per terra. Domani veramente si corre? No domani ci si diverte e basta. Forse si riderà, forse si tiferà, forse vedremo dei duelli, ma non saranno la realtà. Tuttavia, in un momento come quello che stiamo vivendo noi, soprattutto nel modo in cui lo stiamo vivendo, questo ci sta, è concesso. E per le nostre giornate tutte uguali da giorni oramai remoti nel tempo destinati a durare ancora per chissà quanto, questi Gran Prix Online sono oro.

 

Molti piloti hanno già annunciato che non parteciperanno (VERSTAPPEN), che non gli interessa, che non fa per loro. Questo non deve però creare alcun problema poiché, a detta sempre di F1, non saranno solo piloti a scontrarsi, ma anche noi, anche tu, se sei abbastanza bravo a F1 2019 e col volante. E che male c’è in tutto questo? Forse sentir parlare di gare virtuali farà storcere il naso ai puristi, ai vecchi appassionati e li capisco; perfettamente. Tuttavia il mondo avanza e con lui anche la F1 ed i suoi tifosi, che in questo momento sono chiusi in casa terrorizzati dalla paura di un nemico invisibile (STATE A CASA!), ed ai quali il sorriso di Ricciardo o l’impassibilità di Raikkonen con un paio di cuffie da gamer non può far che bene, non può far che sorridere.

La nostra amata F1, i nostri amati gran premi, i nostri amati motori e duelli e giri su giri di piloti all’impazzata ci mancano (qui un approfondimento sullo stop forzato), come a tutti gli appassionati di motorsport. Tuttavia questo non è il momento della griglia, ma della quarantena; ed allora godiamoci, se ci riesce, questi Gran Prix Online, che non hanno la pretesa di sostituire le gare reali, ma di rendere la nostra realtà meno scura. Su i motori, in alto i joystick! Bentornata F1?

GabriSPQRatti

Studio lettere a Pisa e scrivo per la Nazione di Massa Carrara. Forza il Verona, la Ferrari, e l'Italia.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: