ATP Ranking, congelare la classifica o perdita dei punti?

L’emergenza legata al Coronavirus ha colpito tutto il mondo dello sport, compreso il tennis. Questo sport ha una problematica rispetto agli altri, ovvero l’assegnazione o la perdita dei punti ATP. Esempio: se un giocatore “X” ottiene un risultato “Y” nel torneo “Z” nella stagione “N”, nel torneo “Z” della stagione “N+1” dovrà difendere il risultato “Y” per non perdere i punti ottenuti nella stagione “N” o migliorare tale risultato per ottenere nuovi punti.

Vista l’avanzata sempre più potente del Covid-19, l’ATP ha deciso di sospendere i tornei per sei settimane cancellando vari tornei tra cui tre Master 1000 e un ATP 500. Da tale decisione si deve decidere come procedere per il ranking ATP. Il regolamento parla chiaro: se un torneo viene cancellato i punti ATP vengono persi.

In questo caso siamo alle prese con una situazione mai verificatasi prima d’ora, in quanto non è la mancata disputa di un torneo perché non si svolge più, ma bensì la cancellazione di sette tornei. Ovviamente, la richiesta fatta all’ATP è quella di “congelare” la classifica, ma per il momento nessuna decisione è stata presa.

In caso la decisione sia quella della perdita dei punti, a risentirne di più saranno sicuramente Roger Federer (che avrebbe comunque perso i suoi punti a causa dell’operazione al ginocchio), Dominic Thiem e Rafael Nadal. Un altro giocatore a subire un grande danno potrebbe essere Fabio Fognini, che rischierebbe di perdere i 1000 punti ottenuti nel grande torneo di Monte Carlo dello scorso anno; l’azzurro scenderebbe dall’undicesima posizione alla n. 23 del ranking ATP. Altro azzurro danneggiato sarebbe Berrettini, che perderebbe una posizione a favore di Gael Monfils.

Annunci

3 pensieri riguardo “ATP Ranking, congelare la classifica o perdita dei punti?

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: