Coronavirus: cala il sipario, per ora, sullo Sport. Competizioni sospese ed eventi rinviati

L’emergenza Coronavirus, che sta scuotendo il mondo intero, stravolge inevitabilmente anche gli scenari dello Sport. Sono tante le competizioni sospese e gli eventi rinviati.

Nel calcio stop a tutti i maggiori campionati

In seguito alle misure varate dal decreto firmato dal Premier italiano Giuseppe Conte nella notte dell’8 marzo, la Serie A, dopo settimane di polemiche relative ai rinvii – in particolare con la questione Juve-Inter – si ferma, almeno fino al 4 aprile. Nei giorni successivi sono arrivati poi purtroppo i primi casi di contagio da Coronavirus nel campionato, con la positività di Daniele Rugani e di Manolo Gabbiadini. Il difensore italiano, seppur asintomatico, ha contratto il virus ed è scattata la quarantena sia per i bianconeri – 121 tra giocatori e membri dello staff in isolamento- che per l’Inter, ultimi sfidanti della Juve nel bigmatch di torino dello scorso 8 marzo. Più tardi è arrivata anche la notizia della positività di  Gabbiadini della Samp. Isolamento per i doriani e per il Verona. Nelle ore successive tamponi per tutti i giocatori e membri dello staff: esito positivo purtroppo per altri 4 giocatori,  Colley, Ekdal, Thorsby, La Gumina e per il dottor Amedeo Baldari.

In Inghilterra, sospesa la Premier League, dopo la notizia del contagio del tecnico dei Gunners Mikel Arteta e di Hudson-Odoi del Chelsea. Precedentemente era già stata rinviata la sfida tra il Manchester City e l’Arsenal, dopo che il presidente dell’Olympiacos, squadra affrontata recentemente dai londinesi, aveva contratto il virus. Il club greco tra l’altro, ha appena affrontato il Wolverhampton in Europa League. Tornando al Manchester City, Mendy si è messo in auto-isolamento dopo che un membro della sua famiglia ha iniziato a presentare i sintomi tipici del Covid19. Stesso discorso per l’Everton di Carlo Ancelotti, con squadra e staff che seguiranno le procedure di quarantena, dopo che un giocatore dei Toffes ha avvertito anche lui dei sintomi. Quarantena in via precauzionale per Artur Boruc del Bournemouth e altri quattro membri dello staff. L’amichevole tra Inghilterra e Italia prevista per il 27 marzo a Wembley, è stata cancellata. Anche in Scozia, la Scottish Premier League è stata sospesa fino a nuove indicazioni.
In Germania per il momento la Bundesliga voleva continuare, almeno per un weekend a porte chiuse. Nei giorni scorsi era arrivato anche il primo caso di Coronavirus tra i professionisti in Germania, con la positività di Timo Hubers, il 23enne difensore dell’Hannover. E alla fine anche il calcio tedesco ha deciso di fermarsi, con tutte le gare di Bundesliga e Zweite Liga, la seconda divisione tedesca, che sono state rinviate.
Sospesa per le prossime due giornate la Liga, dopo la quarantena preventiva scattata al Real Madrid. I Blancos si allenano infatti nello stesso centro sportivo della squadra di Basket, nella quale un giocatore ha contratto il virus. Anche il Barcellona ha comunicato su indicazione dello staff medico, che l’attività della prima squadra è sospesa fino a data da destinarsi. Rinviatala finale di Coppa del Re tra Real Sociedad e Athletic Bilbao, che era in programma il 18 aprile.
Si ferma anche la Ligue 1 e i campionati minori francesi.

Con un comunicato ufficiale anche la Uefa ha comunicato le decisioni sulle competizioni europee: stop alle gare di Champions League e Europa League di settimana prossima. Rinviati ovviamente i sorteggi dei quarti finali di entrambe le competizioni e martedì 17 marzo potrebbero arrivare notizie sul possibile slittamento di Euro 2020.

Basket: Olimpia Milano in quarantena. Si ferma l’NBA

Nel basket è scattato l’isolamento per giocatori e staff dell’Olimpia Milano, che lo scorso 3 marzo avevano affrontato il Real Madrid in Eurolega, con gli spagnoli che ora sono in quarantena dopo che un giocatore ha contratto il virus. Intanto il campionato italiano è fermo. In NBA sono due i giocatori risultati positivi: Rudy Gobert e Donovan Mitchell degli Utah Jazz. Il francese, febbricitante e segnalato come influenzato prima della gara con Oklahoma, si è sottoposto al test, risultando positivo. Il match con i Thunder è stato sospeso a pochi istanti dalla palla a due e dopo i tamponi a tutti i Jazz, è stato riscontrato il virus in Mitchell.
A far discutere molto in America il comportamento di Gobert, che negli ultimi giorni si era reso protagonista di un siparietto in conferenza stampa, dove aveva toccato tutti i microfoni e telefoni dei giornalisti, manifestando tutto il suo scetticismo sulla diffusione del contagio. Alcuni suoi compagni di squadra, avrebbero addirittura dichiarato che il francese, avrebbe continuato a non rispettare le misure di precauzione anche con loro, sottovalutando l’emergenza. La stagione NBA è ora sospesa a tempo indeterminato.

Tennis: niente tornei per sei settimane

Nonostante le rassicurazioni degli organizzatori dei Master 1000 di Indian Wells e Miami, le voci su una possibile cancellazione dei tornei erano sempre più insistenti. L’ATP allora, ha annunciato ufficialmente la sospensione per sei settimane di tutta l’attività del circuito tennistico professionistico. Lo stop include tutti i tornei dei circuiti ATP Tour e ATP Challenger, con la possibilità di rivedere i giocatori in campo il 26 aprile. In seguito alla decisione, è stato rinviato anche il Challenger di Francavilla, una delle occasioni più importanti per il tennis italiano, in programma in Abruzzo dal 20 al 26 aprile. Nelle scorse tre edizioni, il torneo aveva registrato una straordinaria presenza di pubblico e aveva ospitato stelle del tennis mondiale, come Berrettini, Tsitsipas e Auger-Aliassime.

Caos Formula 1. Nella MotoGp a rischio l’inizio del Mondiale

Nonostante l’emergenza mondiale, la Formula 1 era pronta a scattare in Australia con il primo Gran Premio della nuova stagione. Nella conferenza stampa pre-gara molti piloti avevano espresso i loro dubbi e timori a riguardo. Hamilton si era detto contento di gareggiare, ma molto sorpreso: ”Trump vuole chiudere i confini con l’Europa, l’NBA viene sospesa e la F1 continua ad andare avanti…”. Subito dopo è arrivata la positività di un membro della McLaren, con il conseguente ritiro del team dal GP di Melbourne. E alla fine è giunta anche la decisione di annullare la corsa, dopo il meeting tra le principali scuderie, alcuni rappresentati della FIA e le autorità dello stato di Victoria, l’organo federale di cui fa parte la città di Melbourne. Rinviati a data da destinarsi anche i prossimi due Gran Premi, quelli in programma in Bahrein e Vietnam.


L’ incertezza regna sovrana anche nel mondo della MotoGP.  La prima corsa dell’anno in Qatar è stata annullata. I piloti dovevano poi andare in Thailandia con la corsa che è stata posticipata. Si inizia a Austin? No, altro rinvio, così come per il successivo Gran Premio di Argentina. L’inizio è previsto ora per il prossimo 4 maggio a Jerez, ma il sindaco
ha deciso di chiudere la città fino al 30 marzo. Nel mezzo, erano previste le prove del team Honda – dal 18 al 20 marzo- con il circuito che però resterà chiuso probabilmente per 50 giorni. Intanto la Malesia si è candidata per ospitare un secondo gran premio a Sepang, qualora altre gare dovessero saltare. 

Nel Rugby rinviate partite del Sei Nazioni. Ciclismo: slitta il Giro D’Italia e la Vuelta

L’emergenza Coronavirus ha colpito anche il rugby, con il rinvio di tre gare in programma per il Sei Nazioni, Irlanda-Italia, Italia-Inghilterra e  Francia-Irlanda. Nel ciclismo, RCS Sport ha annunciato che il Giro d’Italia sarà posticipato. Ancora non ci sono date ufficiali e la decisione è arrivata dopo che l’Ungheria, paese da dove sarebbe partito il Giro, ha dichiarato l’impossibilità a ospitare le prime tre tappe.

Si ferma anche la Vuelta, con l’edizione numero 100 – in programma dal 23 al 29 marzo – che per il momento è rinviata. In Italia saltano anche altre competizioni nostrane, come le Strade Bianche, il Giro di Sicilia e la Tirreno-Adriatico. Nello Sci sono state cancellate le finali di Coppa del Mondo previste a Cortina e in Svezia. La decisione di annullare alcune gare, ha portato automaticamente alla vittoria finale della nostra Federica Brignone, la prima italiana della storia a portarsi a casa la Sfera di Cristallo.
Tutti i campionati italiani di Volley sono stati sospesi a tempo intederminato così come quelli nazionali di pallanuoto. In vasca stop anche agli Assoluti indoor open di tuffi e quelli di Nuoto, validi come principale qualificazione olimpica.

4 pensieri riguardo “Coronavirus: cala il sipario, per ora, sullo Sport. Competizioni sospese ed eventi rinviati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: