NBA, nella notte solo tre partite. Terzo ko per Milwaukee (senza stelle)

Denver Nuggets – Milwaukee Bucks: 109-95

Dal 2018 non era mai successo che i Bucks perdessero tre partite di fila nella regular season. Il tour a ovest di Milwaukee non è stato felice e dopo i ko con Lakers e Suns è arrivata anche la sconfitta contro Denver, la quarta sconfitta in trasferta. A far grandi i Nuggets (due vittorie su due contro i migliori dell’Est) sono stati Jamal Murray (21 punti), Paul Millsap (20) e Jerami Grant (19) con la quasi doppia doppia di Nikola Jokic che ha messo a referto 10 punti, 9 rimbalzi e 7 assist. I Bucks, privi delle sue stelle e sopratutto di Giannis Antetokounmpo, tenuto a riposo in panchina, da segnalare i 23 punti di Kyle Korver con 5/11 dall’arco e i 16 di Sterling Brown. Da segnalare come giocata della notte, la schiacciata di Jamal Murray sulla testa di DJ Wilson dove gli arbitri però hanno ravvisato un fallo in attacco del numero 27 dei Nuggets.


Il poster di Jamal Murray su DJ Wilson annullato dagli arbitri. Fonte SkySport

Utah Jazz – Toronto Raptors: 92 – 101

A non sbagliare invece sono i campioni in carica dei Raptors. In un campo tutt’altro che semplice come quello di Utah, i detentori dell’anello ottengono la quarta vittoria consecutiva grazie ai 27 punti di Serge Ibaka conditi da 13 rimbalzi. Ottima prova anche di Kyle Lowry (21 punti e 7 assist) oltre alla tripla doppia sfiorata da Pascal Siakam (27 punti, 11 e 9 assist). L’enorme divario ai rimbalzi in favore dei Raptors (53-34) è stata la vera chiave della partita e della sconfitta dei Jazz incappati in un’altra sconfitta in casa con una contender. A sancire il ko la prestazione, su tutte, negativa di Donovan Mitchell con soli 11 punti messi a referto (4/16 dal campo) accompagnata dall’espulsione nel finale di Rudy Gobert per un accenno di rissa con Anunoby.

Il centro di Utah Rudy Gobert espulso contro i Raptors

Atlanta Hawks – Charlotte Hornets 143 – 138 2OT

Ad Atlanta sono serviti due tempi supplementari per decretare un vincitore. Ottima prestazione nelle fila degli Hawks per Trae Young autore di 31 punti e 16 assist ma protagonista di due episodi che potevano costare caro ai suoi: prima il tiro libero sbagliato nei tempi regolamentari sul 122 pari a 1.8 secondi dal termine che avrebbe mandato gli Hawks sul +1; poi il tiro stampato sul primo ferro nel primo Over Time proprio sulla sirena. A Charlotte non sono bastati i 40 punti (carrier high) di Terry Rozier protagonista non solo della gara ma anche di un episodio chiave del match che ha di fatto rimesso in partita Atlanta. Dopo un fallo subito dalla guardia degli Hornets per un contatto con Graham, la decisione è stata invertita per il challenge chiamato dalla panchina di Atlanta che ha fatto ravvisare all’arbitro un gancio irregolare di Rozier per liberarsi dalla marcatura di Graham. Episodio che ha sancito il secondo supplementare.

Trae Young autore di 31 punti e 16 assist

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: