Coronavirus: anche l’NBA si prepara a giocare a porte chiuse. Lebron James: ”Senza tifosi io non scendo in campo”

Per fronteggiare l’emergenza Coronavirus, anche l’NBA si prepara all’eventualità di far disputare le partite senza spettatori. Nei giorni scorsi i giocatori erano già stati istruiti sulle pratiche migliori da seguire. In un’altra nota distribuita dall’NBA poi, le società sono state avvertite della possibilità di far giocare alcune partite a porte chiuse. Le squadre devono identificare quello che che viene definito lo ”staff essenziale” per lo svolgimento delle gare, con l’esclusione dei giornalisti e di altre persone che di solito frequentano le sfide di NBA.

Ancora non è stata presa nessuna decisione ufficiale e il programma delle partite per il momento continua regolarmente, con i tifosi pronti a riempire le arene. Quello dell’NBA è solo un avvertimento, un piano per farsi trovare pronti nel caso ce ne fosse bisogno. Potrebbero scattare anche dei controlli obbligatori alla temperatura dei giocatori, dello staff e degli arbitri.

Lebron: ”Partite senza tifosi? Io non gioco”

Sulla possibilità di far disputare le partite senza spettatori, si è espresso anche la star dei Lakers Lebron James: ”Giocare senza i tifosi? Impossibile. Io non gioco. Ci devono essere i tifosi sugli spalti: io scendo in campo per loro e per i miei compagni, non ho mai giocato senza spettatori da quando ho cominciato con la pallacanestro”, le parole di Lebron.

Sulla questione si è espresso anche la point guard dei Boston Celtics, Kemba Walker: ” Spero che non si arrivi a giocare senza spettatori. Si potrebbe pensare anche di cancellare l’intera partita, piuttosto che scendere in campo senza fan. Ma la situazione sta diventando seria. Senza tifosi sarebbe di sicuro molto strano”.

I risultati della notte NBA

Intanto nella notte NBA si sono disputate 10 partite.

I Lakers si aggiudicano la sfida tra le due migliori squadre di Est e Ovest. Allo Staples Center i gialloviola battono Milwaukee trascinati dai 37 punti di Lebron James e i 30 di Anthony Davis. I Pelicans di Nicolò Melli tornano al successo in casa contro Miami e continuano la rincorsa playoff. I Thunder vincono a New York sui Knicks con un Danilo Gallinari da 22 punti. Utah vince a Boston. Bene i Nets e i Mavericks.

Ecco tutti i risultati:

  • Washington Wizards – Atlanta Hawks 118 – 112
  • Brooklyn Nets – San Antonio Spurs 139 – 120
  • New York Knicks – Oklahoma City Thunder 103 – 126
  • Boston Celtics – Utah Jazz 94 – 99
  • Chicago Bulls – Indiana Pacers 102 – 108
  • Minnesota Timberwolves – Orlando Magic 118 -132
  • New Orleans Pelicans – Miami Heat 110 – 104
  • Dallas Mavericks – Memphis Grizzlies 121 – 96
  • Phoenix Suns – Portland Trail Blazers 127 – 117
  • Los Angeles Lakers – Milwaukee Bucks 113 – 103

Annunci

3 pensieri riguardo “Coronavirus: anche l’NBA si prepara a giocare a porte chiuse. Lebron James: ”Senza tifosi io non scendo in campo”

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: