Quando i giocatori se la prendono con i tifosi. Da Cantona a Neymar fino a Dier

Al termine della sfida di FA Cup persa ai rigori dal Tottenham contro il Norwich a White Hart Lane, Eric Dier ha perso la testa. Il centrocampista inglese degli Spurs, si è infatti lanciato in tribuna per affrontare un tifoso, che aveva insultato lui e suo fratello durante il match. A fine partita il tecnico del Tottenham Josè Mourinho ha così commentato: ”Eric ha fatto ciò che un professionista non dovrebbe mai fare, ma non è facile restare calmi quando insultano te e tuo fratello”.

Alcuni casi precedenti

Non è la prima volta che si verifica una situazione del genere tra un calciatore e il pubblico. La scena di Dier, che ora rischia una maxi-squalifica, ha ricordato molto, seppur in versione meno violenta, quella volta che fu Eric Cantona a scagliarsi su un tifoso del Crystal Palace, a Selhurst Park. Era il 1995 e il francese del Manchester United, era appena stato espulso. Sulla via degli spogliatoi però, Cantona colpì con un calcio Matthew Simmons, colpevole di averlo insultato. Il francese, talentuoso quanto burrascoso, fu squalificato per otto mesi dalla Football Association e l’episodio gli costo 30.000 dollari di multa.

Una storia simile a quella di un altro francese, Patrice Evra, uno che invece si è sempre distinto per un comportamento corretto nel rettangolo da gioco. Le immagini fecero il giro del mondo: Evra, che al tempo vestiva la maglia del Marsiglia, fu provocato prima del match di Europa League con il Viktoria Plzen dai propri tifosi, in protesta contro la squadra. L’ex di Juve e Manchester United, scavalcò i cartelloni pubblicitari invitando i sostenitori francesi a scendere dalle gradinate. Nella mischia e nella confusione che ne venne fuori, Evra si svincolò dai suoi compagni che cercavano di tenerlo e diede un calcio a un tifoso.
Fu squalificato dalla UEFA da tutte le competizioni europee per un anno e il Marsiglia risolse subito il suo contratto.

Nell’aprile del 2019, Neymar dopo la finale di Coppa di Francia persa ai rigori dal Paris Saint Germain contro il Rennes, colpì con una manata un tifoso. Stando alle ricostruzioni, il sostenitore del Rennes avrebbe insultato non solo il talento brasiliano ma anche altri suoi compagni di squadra, da Verratti a Kurzawa fino al nostro Gianluigi Buffon. Neymar fu squalificato dalla Federazione Francese per tre giornate.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: