A Marrakesh vince Da Costa, Guenther rovina la doppietta alla DS Techeetah

Il più grande campionato di auto elettriche è giunto alla sua quinta gara del mondiale 2019-2020. Il circuito marocchino è lungo 2970 metri e conta 12 curve, il record della pista appartiene a Sam Bird in 1:17:489.

La gara 2020 vede partire in pole position Antonio Felix Da Costa, seguito da Guenther, Lotterer, De Vries, Mortara e Buemi. Da sottolineare le difficoltà del campione in carica Vergne (11esimo al via), il pilota Mercedes Vandoorne (18esimo in griglia) e il brasiliano, della Rokit Venturi, Felipe Massa (partirà 22esimo). Disastro per il leader della classifica Evans che partirà ultimo. Come da regolamento, il poleman Da Costa otterrà 3 punti.

Nessun problema alla partenza della gara, tutte le vetture superano la prima curva senza contatti. La coppia di testa composta da Da Costa e Guenther si allontana dal gruppo ed è seguita da De Vries (poi costretto ad un Drive Trought che lo porta ad essere ultimo, salvo poi rimontare fino all’11esima piazza) poi Lotterer. Arrivati al 18esimo minuto di gara, Vergne riesce ad attaccare e superare Lotterer. Quando il leader della corsa pensava di avere già in tasca la vittoria, vieni rimontato e superato dal pilota della BMW Guenther. Al 27esimo minuto, il pilota portoghese della DS Techeetah riesce ad attivare l’Attack Mode senza farsi passare da Lotterer e da lì riesce a riprendere Guenther e passarlo, per poi gestire egregiamente tutta la gara senza offrire occasioni di sorpassi ai suoi avversari. A meno 9 minuti dal termine, Jean-Eric Vergne supera Guenther con una manovra magnifica in fondo al rettilineo principale. JEV riuscirà a respingere ogni attacco di Guenther fino all’ultimo giro, tranne quando il tedesco della BMW, a due curve dalla fine, sorpassa in modo incredibile Vergne e si guadagna il secondo posto finale. Quarto posto per Buemi, seguito da ottimo Mortara e da un super Evans che rimonta dalla ultima posizione di partenza. Chiudono la top ten Di Grassi, Lotterer, Rowland e Bird.

Grazie a questa vittoria, Da Costa guadagna la testa del Mondiale piloti e si presenterà da leader a Roma, il prossimo 4 Aprile.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: