La Roma chiude 1-1 contro il Gent. Un pareggio valido per gli ottavi di Europa League

Si è conclusa con la vittoria della Roma il ritorno di Europa League contro il Gent alla Ghelamco Arena. I giallorossi partiti già con il gol di vantaggio fatto in casa la scorsa settimana grazie a Carles Perez, hanno chiuso con un 1-1 valido per gli ottavi. Una partita che, come ha ribadito anche Fonseca in conferenza stampa, resta aperta. Il Gent infatti non ha ancora mai perso in casa né in campionato né in Europa.

Alcuni cambiamenti nelle due formazioni: nel 4-2-3-1 Mancini lo ritroviamo al centro della difesa giallorossa, mentre Mkhitaryan e Kluivert coprono le spalle a Dzeko. Per i giocatori di Thorup invece, Castro-Montes, al contrario di settimana scorsa, prende il posto di Lustig.

Primo Tempo

Primo pallone giocato dalla Roma che certa subito il gol per il vantaggio. Con un veloce cambio di gioco da destra a sinistra di Mkhitaryan per Kolarov che entra in area, carica il destro ma il pallone colpisce il palo.

Dopo sette minuti il Gent cerca la conclusione con Bezus che riceve palla dalla trequarti, ma è troppo debole e Pau Lopez la prende con facilità. Al 25’ lo stesso Bezus fa partire l’azione che porta al gol per i padroni di casa grazie al sinistro di Jonathan David e porta il vantaggio del Gent.

Dopo tre minuti cartellino giallo per Bezus per fallo da dietro su Mkhitaryan in ripartenza da centrocampo. La Roma però non cade e riparte subito. Mkhitaryan si apre e chiama a sé il terzino, da qua con un tocco di esterno destro la imbuca centralmente per Kluivert che trova il gol del pareggio. 1-1, il Gent ora è costretto ad altri due gol per vincere.

Ma non finisce qua. Al 31’ David sfiora la doppietta grazie al pallone di Mohammadi, ma la palla finisce fuori di pochissimo. Dieci minuti dopo l’ammonizione per Veretout proprio ai danni di David.

A questo punto la partita sembra tutta nelle mani dei ragazzi di Fonseca, mentre il Gent sembra aver perso le energie per ribattere al pareggio degli avversari.

Secondo Tempo

Il secondo tempo inizia subito con il secondo giallo per i padroni di casa per un intervento falloso su Veretout da parte di Depoitre.

61’ arriva il secondo giallo per la Roma a Spinazzola per un intervento col corpo sull’avversario che fa guadagnare un calcio di punizione al Gent, finito sul fondo.

64′ esce di un soffio il tocco del destro del capitano Odjidja sul cross ben calibrato di Depoitre. Odjidja spaventa la Roma nella prima vera occasione della ripresa, dando inizio ad un secondo tempo che lo vedrà tenere testa a Pau Lopez.

Doppio cambio per il Gent. Esce Bezus ed entra Chakvetadze, e poi Kvilitaia per Depoitre. Mentre per la Roma esce Spinazzola ed entra Santon.

Altro tentativo per il Gent con Odjidja che carica il destro e cerca la porta di Pau Lopez, ma questo si distende e ferma il tiro.

Arrivano gli altri cambi. Per la Roma esce Veretout per Fazio, mentre per il Gent si sceglie Niango per Plastun che lascia il campo. La squadra di casa decide quindi di rafforzare l’attacco. Ha i minuti contati, ne mancano dieci dal fischio finale ed è ancora sotto di due gol.

Negli ultimi dieci minuti regna il Gent con Odjidja. All’82’ da posizione centrale cerca la conclusione ma calcia male e la palla finisce sul fondo.

All’82’ sempre Odjdja riprova a fare gol alla Roma ma la palla finisce ancora sul fondo. Ci riprova all’89’, questa volta con un tiro dal limite e di sinistro, ma è centrale e Pau Lopez non fa fatica.

Nel frattempo ultimo cambio per la Roma che decide di schierare Villar al posto di Carles Perez.

Rimangono 4 minuti di recupero.

Dopo un cross dalla destra nella metà campo giallorossa, David colpisce il pallone trovando una deviazione di Fazio. In un primo istante l’arbitro – lo spagnolo Sanchez Martinez – lascia continuare l’azione, Dzeko lancia col destro dalla metà campo ma la palla finisce sopra la traversa. Sanchez intanto ferma il gioco. Var Check, ma poi conferma, niente fallo di mano. Il braccio di Fazio era attaccato al corpo.

92’ cartellino giallo per Mohammadi che spinge Mkhitaryan nel tentativo di prendergli palla. Calcio di punizione per la Roma, mentre i tifosi giallorossi fanno già festa. Intanto l’arbitro ammonisce anche Odjidja per le proteste che hanno seguito il rigore non assegnato.

Triplo fischio tutti negli spogliatoi. Passa la Roma. Prossimo obiettivo: ottavi di finale.

Giulia Taviani

22 anni, nasco a Verona, mi sposto a Milano ma sogno Bali. A quattro anni ho iniziato a scrivere poesie discutibili, a 20 qualcosa di più serio. Collaboro con Master X e con Periodico Daily. Ho scritto di cinema, viaggi, sport e attualità, anche se sono fortemente attratta da ciò che è nascosto agli occhi di tutti.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: