ATP 500 Acapulco, Nadal e Wawrinka senza problemi. Clamorosa eliminazione di Zverev

Si sono conclusi, nella notte italiana, tutti i match di ottavi di finale del torneo ATP 500 di Acapulco.

La testa di serie n. 1, Rafael Nadal, ha passato il proprio turno senza particolari problemi. Il maiorchino ha sconfitto Kecmanovic in un’ora e 36 minuti, con il punteggio di 6-2/7-5. Ad attendere Nadal c’è il sudcoreano Kwon, sorprendente nella vittoria contro Dusan Lajovic: il n. 76 ATP ha vinto il primo set al tie-break per 7 punti a 2, per poi non concedere neanche un game al suo avversario nel secondo parziale (7-6(2)/6-0). Vittoria senza fatiche per Stan Wawrinka, che liquida il proprio avversario (Martinez, n. 113 ATP) in due set con un doppio 6-4 in un’ora e 31. Partita bellissima quella tra il francese Mannarino e il bulgaro Dimitrov. Il primo set è vinto dal francese al tie-break per 10 punti a 8. Da qui parte la rimonta del n. 22 del mondo: Dimitrov vince il secondo set 6-2 e, sotto di due break nel terzo, riesce a recuperare e vincere la partita al tie-break per 7 punti a 2. Grigor Dimitrov vince 6-7(8)/6-2/7-6(2) in due ore e 47 minuti di lotta tennistica.

Grandi sorprese nella parte bassa del tabellone. Taylor Fritz ha la meglio sul francese Humbert, vincendo rapidamente per 6-4/6-1. Esce di scena uno dei giocatori più in forma del momento: Felix Auger-Aliassime torna a casa, sconfitto dal britannico Kyle Edmund in due set. Il 44 al mondo vince per 6-4/6-4. Raggiunge i quarti di finale John Isner, vincente per 6-3/7-6(4) contro il connazionale Giron. Arriviamo alla sorpresa più grande: Alexander Zverev viene eliminato in due set dallo statunitense Tommy Paul. Il tedesco gioca una brutta partita e perde il match in un’ora e 29 minuti con il punteggio di 6-3/6-4.

Domani, oltre la testa di serie n.1 Nadal, il match di cartello sarà quello tra Stan Wawrinka e Grigor Dimitrov.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: