«Kobe, pensa tu a Gigi». L’ultimo saluto al Black Mamba allo Staples Center

«Kobe, pensa tu a Gigi».

Si sono tenuti ieri i funerali del campione dei Lakers Kobe Bryant e di sua figlia Gigi. La cerimonia, organizzata dalla Mamba&Mambacita Foundation, ha riunito amici, colleghi, famiglia e ammiratori allo Staples Center, il palco di Kobe.

Le parole di amici e parenti

Quando Kobe è morto, una parte di me è morta con lui.
Michael Jordan

Dio sapeva che non potevano vivere uno senza l’altra e quindi se li è presi entrambi insieme. Kobe, prenditi cura della tua Gigi, io penserò alle nostre altre figlie.
Vanessa Bryant

Funerali_Kobe_Bryant
Vanessa Bryant e Michael Jordan ai funerali del Black Mamba (foto di Sky Sport)

Lo sapete bene, io e Kobe abbiamo avuto un rapporto complesso. Ma oggi posso dirlo: siamo stati come John Lennon e Paul McCartney. E tra noi c’è sempre stato un grande rispetto reciproco.
Shaquille O’Neal

Funerali_Kobe_Bryant
Shaquille O’Neal ai funerali di Kobe Bryant (foto di Sky Sport)

Presenti tra gli ospiti anche alcuni rappresentanti dei Boston Celtics tra cui Jayson Tatum e Kemba Walker, rimasti in città dopo la partita contro i Lakers di ieri. Ma anche Ron ArtestMagic Johnson e molti altri.

Funerali_Kobe_Bryant
I Boston Celtics al funerale di Kobe Bryant (foto di Sky Sport)

Tra le lacrime, hanno reso omaggio al Black Mamba anche Jimmy Kimmel, Diana Taurasi, Sabrina Ionescu – volto della pallacanestro femminile, in ricordo di Gigi – Alicia Keys, Christina Aguilera e Beyoncé, che ha dedicato a padre e figlia la loro canzone preferita.

Sugli schermi infine, sono passati tutti i momenti più significativi e toccanti della carriera di Kobe. Una carriera che ha conquistato non solo i fan dell’NBA ma anche tutti gli altri, dagli Stati Uniti fino a casa nostra, perché dal Black Mamba non si poteva fare altro se non lasciarsi stregare.

Funerali_Kobe_Bryant
Le immagini della carriera di Kobe sugli schermi dello Staples Center (foto di Sky Sport)

Giulia Taviani

22 anni, nasco a Verona, mi sposto a Milano ma sogno Bali. A quattro anni ho iniziato a scrivere poesie discutibili, a 20 qualcosa di più serio. Collaboro con Master X e con Periodico Daily. Ho scritto di cinema, viaggi, sport e attualità, anche se sono fortemente attratta da ciò che è nascosto agli occhi di tutti.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: