Champions League, alla magia di Mertens risponde Griezmann. Si decide tutto al ritorno

Napoli – Barcellona: 1-1 (30′ Mertens; 57′ Griezmann)

Napoli: Ospina, Di Lorenzo, Mario Rui, Maksimovic, Manolas, Demme (dall’80’ Allan), Ruiz, Zielinski, Insigne, Mertens (dal 54′ Milik), Callejon (dal 74′ Politano). A disposizione: Meret, Luperto, Hysaj, Elmas. All: Gattuso.

Barcellona; Ter Stegen, Semedo, Piquè (d 92′ Lenglet), Umtiti, Firpo, Rakitiç (dal 56′ Arthur), Busquets, de Jong, Messi, Vidal, Griezmann (dall’88’ Fati). A disposizione: Neto, Akiene, Araujo, Puig. All: Setien.

Arbitro: Felix Brych (Germania)

Recupero: 1′ – 6′

Ammoniti: Insigne, Ruiz (N); Busquets, Messi (B)

Espulso Vidal (B) per doppia ammonizione all’89’

 

Al San Paolo di Napoli, i partenopei non vanno oltre l’1-1 con il Barcellona di Messi. Una partita equilibrata con i blaugrana a fare la partita e gli azzurri ad attendere pronti a ripartire. 

Il primo tempo è un monologo del Barcellona con il Napoli che si schiera tutto dietro la linea del pallone creando due linee compatte di cinque uomini ad intasare gli spazi con anche Mertens molto basso a schermare Busquets in impostazione.

Lo schieramento del Napoli contro il Barcellona

Il primo pericolo verso le parti di Ospina arriva all’8° quando Messi triangola con De Jong e va alla conclusione ma il suo sinistro termina ampiamente alto sopra la traversa. Gattuso ha preparato benissimo la partita seguendo il copione recitato con l’Inter in Coppa Italia. E alla prima occasione vera il Napoli passa. Azione di rimessa, Zielinski contrasta Piquè il quale tocca violentemente il pallone che arriva sui piedi di Firpo che controlla male e lascia il pallone ancora a Zielinski che al limite dell’area è lucido e serve Mertens il quale controlla e mette il pallone all’incrocio alla sinistra di Ter Stegen. 1-0 Napoli e il San Paolo è una bolgia. La reazione del Barcellona non c’è e il primo tempo sfuma con un’occasionissima per il Napoli: Mario Rui pesca Callejon in area che di prima serve Manolas al centro ma la girata del Greco è di poco larga. Dopo un minuto di recupero con i partenopei in controllo.

Il secondo tempo è molto più scoppiettante con il Barcellona che preme con più convinzione alla ricerca del pareggio. E alla prima vera minaccia il Barca trova il gol del pareggio: a 57′ Busquets imbuca per l’inserimento di Semedo che in area di rigore accomoda il pallone per Griezmann, destro secco e 1-1. Doccia fredda per il Napoli che però non si scompone. Al 61′ Insigne si traveste da Messi e va via a Piquè e Vidal in fazzoletto ma una volta dentro l’area si dimostra egoista concludendo in porta invece di servire Milik, entrato nel frattempo al posto dell’infortunato Mertens, trovando Ter Stegen pronto a respingere. Due minuti più tardi il Napoli avrebbe l’occasione ghiottissima di riportarsi in vantaggio ma la spreca: Zielinski recupera palla sulla trequarti offensiva, serve Milik il quale al limite è lucido ad apparecchiare per Callejon. L’ex Madrid in area di rigore però si fa ipnotizzare da Ter Stegen che salva il Barcellona. Il finale di partita è priva di emozioni e molto spezzettata. Tanti i gialli che sono fioccati da ambe le parti con Busquets, diffidato, che salterà il ritorno. Non ci sarà anche Vidal che dopo una dura entrata a Mario Rui rimedia due gialli contemporaneamente per proteste. Dopo 6 minuti di recupero dove il Napoli ci ha provato, termina 1-1 la partita con i partenopei che andranno al Camp Nou con la voglia di compiere l’impresa. 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: