La Roma torna a sorridere. Kolarov decisivo all’Olimpico

È tornato a risplendere il sole sopra l’Olimpico dopo tre giornate di crisi. La Roma infatti trova finalmente la prima vittoria in campionato dall’inizio del 2020 e la trova contro il Lecce per 4 a 0. Lecce già battuto all’andata nello stadio pugliese. Sul campo Under, scelto da Fonseca come titolare al posto di Perez, mentre Mancini torna in difesa accanto a Smalling. Per il Lecce invece, Liverani schiera Petriccione a centrocampo e Barak in coppia con Mancosu a supporto della punta Lapadula, rimasto come unica scelta per il Lecce dopo i numerosi infortuni subiti. Tra questi anche Filippo Falco fermo per circa un mese.

View this post on Instagram

I nostri sono arrivati #avantilecce #forzalecce

A post shared by U.S. Lecce (@uslecce) on

Primo Tempo

Dall’Olimpico l’arbitro Pietro Giacomelli fischia l’inizio di Roma-Lecce. La squadra salentina tenta subito il possesso palla ma Dzeko, su iniziativa di Under, cerca la porta fin dal primo minuto, ma non la indirizza bene e la manda sull’esterno. Una grande partenza quella della squadra di Fonseca che ha saputo mantenersi unita e aggressiva portando il gioco esclusivamente nella metà campo leccese. È il decimo minuto infatti quando arriva la vera occasione per la Roma con Pellegrini che restituisce un bel pallone a Dzeko davanti alla porta senza trovare però la conclusione. Il bosniaco infatti inciampa e cade non riuscendo a concludere l’azione.

Ma non serve aspettare oltre. Il primo gol della Roma arriva al 13simo minuto ed è firmato Under. Dopo una grande giocata di Mkhitaryan che ha recuperato la palla portando il turco in porta che davanti a Vigorito non si fa sfuggire l’occasione e la piazza.

Al 30’ seconda occasione importante per la Roma. Dopo un’azione verticale del Lecce di Barak su Lapadula, cancellata da Under, Dzeko, dalla linea di fondo, serve Pellegrini che cerca invano la porta.

Intanto il primo tempo finisce con il raddoppio dei giallorossi grazie al gol di Mkhitaryan su assist di Dzeko, superando Vigorito in uscita.

Secondo tempo

Primo cambio per la Roma: entra Kluivert al posto di Pellegrini che resta negli spogliatoi per un risentimento muscolare. Anche il Lecce decide di rivedere la formazione schierando Shakhov al posto di Petriccione.

Dopo tre minuti dall’inizio del secondo tempo, Giacomelli fischia Mancini per fallo su Lapadula con tanto di cartellino giallo per il difensore della Roma, che, già diffidato, dovrà saltare la prossima partita con il Cagliari. Al limite del 60’ minuto ritroviamo il Lecce mentre cerca il gol a distanza grazie al tentativo di Donati, che calcia però la palla a lato.

Intanto nuovi cambi per Roma che schiera Carles Perez al posto di Under, stanco dopo lo sforzo del primo tempo, mentre il Lecce manda Tachtsidis per Majer.

Tentativo del Lecce al 66’ con un bel dialogo in area tra Lapadula e Mancosu ma ciò non basta. Tre minuti dopo arriva il terzo gol della Roma, questa volta su rete di Dzeko che, dopo il filtrante di Kluivert per Kolarov, con un cross basso la passa all’attaccante bosniaco che in doppio tempo trova la porta. Arriva subito però il fischio di Giacomelli. La Roma resta ferma al 2-0, almeno finché non avviene il controllo del VAR. Giacomelli allora in torna in campo. È gol! Dzeko non era in fuorigioco. 3-0 per la squadra giallorossa. Salgono così a 5 le reti segnate dal bosniaco in Serie A dall’inizio del 2020 (sei quelle di Immobile e sette quelle di Ronaldo). Raggiungendo Vincenzo Montella a 102 reti giallorosse.

Occasione per la Roma al 72’. Kluivert scarica per Kolarov che crossa al centro per Perez che gira al volo sbagliando di poco lo specchio della porta e la palla esce. Dopo poco arriva un’occasione anche per il Lecce con Mancosu che trova Lapadula in area ma ci pensa Pau Lopez a mantenere inviolata la sua porta. È rimessa dal fondo.

A chiudere la partita ci pensa poi Kolarov autore del quarto e ultimo gol dei proprietari di casa. Dzeko inizia l’azione servendo Perez che passa la palla a Kolarov. Questo, su sinistro colpisce sul primo palo.

Ultimi cambi: Meccariello al posto di Donati e Kalinic al posto di Dzeko che esce tra gli applausi meritati dell’Olimpico.

La Roma arriva così a -3 dall’Atalanta che, con la scusa del blocco delle partite a causa del coronavirus, ha annullato la partita in casa con il Sassuolo, e a +6 da Milan e Napoli. Il Lecce si posiziona invece a +3 dalla zona retrocessione dopo la perdita del Genoa in casa con la Lazio. Dzeko intanto sale nella classifica marcatori con 12 gol a pari merito con Muriel dell’Atalanta.

Giulia Taviani

22 anni, nasco a Verona, mi sposto a Milano ma sogno Bali. A quattro anni ho iniziato a scrivere poesie discutibili, a 20 qualcosa di più serio. Collaboro con Master X e con Periodico Daily. Ho scritto di cinema, viaggi, sport e attualità, anche se sono fortemente attratta da ciò che è nascosto agli occhi di tutti.

Un pensiero riguardo “La Roma torna a sorridere. Kolarov decisivo all’Olimpico

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: