Premier League: lo United vola nel segno di Bruno Fernandes ma non convince

Al teatro dei sogni, lo United ottiene i tre punti vincendo 3-0 e inguaiano gli Hornets sempre più immischiati nella lotta salvezza. Ai ragazzi di Solskjær però va sottolineato come manchi spesso un’idea di gioco convincente e che crei pericoli alle difese avversarie.

Nel primo tempo, il pressing costante del Watford e i ritmi molto elevati imposti dagli Hornets hanno messo in seria difficoltà lo United che rischia di andare sotto nel punteggio in varie circostanze. Al 30°, dopo una mezzora con poche emozioni, è Doucourè che scalda i guantoni di De Gea che si salva in corner sulla sventola mancina dal 20 metri. Serve un episodio ai Red Devils per sbloccare la gara, episodio che arriva puntuale al 40°: James va in verticale su Bruno Fernandes che sposta il pallone e viene steso da Foster. Per Martin Atkinson è rigore e lo stesso Bruno Fernandes segna il gol dell’1-0 trovando il primo centro con la nuova maglia. Doccia fredda per il Watford che si trova sotto nel punteggio dopo aver giocato meglio nei primi 45 minuti.

Il secondo tempo si apre con un brivido per tutto lo United: al 52° da un corner dalla destra, Dawson devia il pallone sul palo, è poi Deenay a ribadire in rete la palla vagante ma dopo una revisione al VAR, Atkinson annulla il gol del pareggio per la deviazione con il braccio di Dawson. Passano 6 minuti e lo United raddoppia: Bruno Fernandes imbuca per Martial, Foster si oppone in un primo momento ma il numero 9 dei Devils torna sul pallone, manda al bar tre avversari con una magia e supera Foster con uno scavato delizioso. Trovato il doppio vantaggio, il Man United gioca più libero di testa con il Watford che sembra aver gettato la spugna e a 15 dal termine, lo United cala il tris: giocata meravigliosa di Greenwood che lascia sul posto un avversario e serve Bruno Fernandes sulla destra, il Portoghese aspetta il ritorno dello stesso Greenwood e lo serve al limite, il numero 26 controlla e tira trovando un gol splendido con il mancino con il pallone che si insacca dopo aver baciato la traversa.

Finisce 3-0 per il Manchester United una partita tutt’altro che scontata con le Api che avrebbero meritato qualcosa in più con il risultato che forse è troppo severo. United che sale al 5° posto a -3 dal Chelsea scavalcando il Tottenham di Josè Mourinho.

Manchester United – Watford: 3-0 (41’pt rig Fernandes; 58′ Martial; 78′ Greenwood)

Manchester United: De Gea, Wan-Bissaka, Lindelof, Maguire, Shaw, Fred (79′ McTominay), Matic, Greenwood (79′ Chong), Fernandes, James, Martial (79′ Ighalo). A disposizione: Romero, Bailly, Mata, Williams. All: Solskjær.

Watford: Foster, Dawson, Kabasele, Cathcart, Masina Capoue, Huges, Pereyra (68′ Sarr), Doucourè (80′ Cleverly), Deulofeu, Deeney. A disposizione: Gomes, Mariappa, Welbeck, Gray, Chalobah. All: Pearson.

Recupero: 1′-3′

Ammonizioni: Cathcart (W)

Un pensiero riguardo “Premier League: lo United vola nel segno di Bruno Fernandes ma non convince

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: